Scatti molte foto con lo smartphone? Sei una persona più felice!

19 luglio 2016

Uno studio della University of Southern California (USC) ha condotto un esperimento su duemila partecipanti, per testare il loro gradimento quando potevano o meno scattare foto durante eventi come un safari o una visita al museo. Ad un gruppo di loro è stato permesso di usare fotocamere e smartphone, ad un altro, invece, è stato vietato. Il risultato è che chi ha scattato foto ha percepito un’esperienza molto più piacevole, data anche la possibilità di rivedere poi, nel tempo, i momenti vissuti, proprio grazie al fatto di averli immortalati. Sembra paradossale il fatto che ci si senta più felici e soddisfatti quando si mette un obiettivo fotografico tra la persona ed il mondo, ma i risultati della suddetta ricerca non lasciano dubbi: le foto danno una sensazione di “sicurezza” nel non perdere nel tempo il ricordo, di poter condividere le emozioni vissute, ed è proprio questo che rende migliore (qualitativamente) l’esperienza. 

La ricerca, però, mostra anche che il vero momento di “gioia e soddisfazione” è quello dello scatto della foto, mentre quando si condivide la foto stessa sui social, ci si distacca dall’esperienza vissuta, perché si tende a postare quello che piace più ai fan/follower, senza concentrarsi su ciò che davvero piace a se stessi. Sembra, quindi, che il “segreto della felicità” sia scattare foto a volontà durante l’attività che si sta svolgendo, per amplificarne la soddisfazione e viverla appieno e solo in un secondo momento, magari tornati a casa, rivedersele e postare le migliori per condividerle. 

Insomma, ancora una volta abbiamo la possibilità di sottolineare come i social network possano davvero migliorare la nostra vita, ma è altrettanto importante capire che il web deve essere sempre utilizzato con criterio e parsimonia, affinché non abbia effetti controproducenti. 
 

torna alla lista #webbites

ALTRI #WEBBITES