L’acquisto tradizionale diventa obsoleto: largo spazio ai mobile shopper!

2 agosto 2016

C’era da aspettarselo. Il meccanismo quasi perfetto esistente dietro piattaforme come Amazon e dietro le tante app di mobile shopping hanno portato gli utenti a preferire sempre di più l’acquisto online, rispetto a quello “tradizionale”. Questo è ancora più vero quando si parla del settore della moda

Il settore del fashion, infatti, è quello che ha beneficiato maggiormente della propensione degli italiani ad acquistare attraverso lo smartphone, seguito dal settore dei libri cartacei, dei buoni regalo, dei giochi e biglietti aerei, degli articoli per palestra e per la cura personale, dagli hotel. 

In generale, i dati pubblicati dalla società di ricerca online comScore, mostrano che in Italia, nel corso del primo trimestre 2016, più di 8 milioni e mezzo di utenti hanno acquistato prodotti e servizi via mobile. Questa tendenza italiana segue quella più generale a livello europeo: nel corso del 2015, il paese che ha speso di più negli acquisti online è stato il Regno Unito, seguito proprio dal nostro paese, in termini di numero di acquisti fatti dagli utenti possedenti uno smartphone. L’Italia, infatti, secondo le stime della ricerca effettuata, risulta essere il paese più promettente per lo sviluppo di questa modalità “alternativa” di fare shopping. 

C’è anche da dire che, sebbene le app giochino un ruolo fondamentale nella esponenziale crescita dell’e-shopping (soprattutto in Germania e UK), gli utenti italiani (circa il 60% dei mobile shopper) continuano ad effettuare maggiormente le transazioni visitando i siti da browser mobile. 

La velocità con cui l’e-shopping si sta diffondendo, porta i retailer a dover reagire in modo proattivo attraverso un approccio multicanale, in modo da offrire ai consumatori una shopping experience sempre più completa e soddisfacente, rispetto a quella che può essere vissuta nel negozio fisico. 
 
 

torna alla lista editoriali

ALTRI EDITORIALI