Calcolare gli investimenti sul Social Media Marketing si può!

5 dicembre 2014

Contro tutti gli opinionisti che pensano che le pagine social siano solo un mezzo per perdere tempo, oggi tali tesi sono spazzate via.
Da chi?
Dal colosso onnisapiente.

 

Google, infatti permette di monitorare passo dopo passo, o meglio click dopo click tutti gli investimenti che un'azienda decide di fare circa il social media marketing.
Che i social possano giovare in modo prezioso le piccole, medie e grandi imprese ne abbiamo già discusso un miliardo di volte, ma per i più scettici, le prove non sono mai abbastanza.
Ecco quindi lo strumento pratico e tangibile per capire quanto e soprattutto come investire sulle piattaforme social.

 

Il motore di ricerca più utilizzato al mondo permette di monitorare in modo costante i social annessi al proprio sito web.
Lo strumento gratuito di Google Analytics apre una strada dalle molteplici risorse.
Quella che si riferisce alle acquisizioni a mezzo social è quella secondo gli step
Google Analytics > Acquisizione > Panoramica > Social network.


In questo modo è possibile avere una visione ben determinata e specifica di tutto il traffico che ha luogo da ciascuna piattaforma. 
Grazie allo strumento è possibile vedere e misurare la propria campagna di social media marketing, permettendo inoltre di modificare e renderla più efficacie ed efficiente.
Come?
Cercando di puntare su determinati aspetti piuttosto che su altri . 
Se ad esempio, alcuni social non contribuiscono affatto o in modo marginale a tale traffico, sarebbe opportuno riprogrammare o creare un vero e proprio piano editoriale ad hoc.
Se invece le pagine satellite (quelle che in genere seguono un social preferenziale, che nei maggiori dei casi è Facebook), sarebbe opportuno arricchirli con contenuti più corposi o con una pubblicazione più frequente.

 

Nell'ultimo periodo si sta avendo una rivalutazione dielle pagine e delle community di Google +.
Molti sono i gruppi che pubblicano con cadenza quotidiana contenuti, istaurando una sorta di discussione pubblica; gruppi che offrono agli utenti una prospettiva molte volte, anche informativa su tendenze e fenomeni sempre più recenti.

 

Da non trascurare è il social per professionisti: Linkedin
Il monitoraggio può essere effettuato anche dallo stesso profilo della pagina aziendale: ogni post reca con sè l'interesse suscitato sulla piattaforma stessa, il numero di impression e i click.

 

Sempre di più le prospettive del Social Media Marketing stanno aprendo nuovi orizzonti del tutto business: questo ha permesso e permette ancora lo svilupparsi di nuovi profili professionali, in quanto ciò che è social non può essere lasciato o trascurato, ma ogni giorno necessita di un monitoring non solo con software e strumenti, ma con personale sempre più qualificato ed esperto.

torna alla lista editoriali

ALTRI EDITORIALI