Facebook at Work: anche il lavoro diventa social!

4 febbraio 2016

Facebook si evolve e diventa sempre più su misura per i suoi utenti.
Zuckerberg ha infatti creato una nuova piattaforma di Facebook, la differenza è che questa non è dedicata allo svago, bensì al lavoro.

Potreste pensare che va a sostituire LinkedIn? Non ancora (altre sorprese dal re dei social possiamo sempre aspettarcele), in ogni caso va a sostituire tool di project manager che offrono la possibilità di scambiarsi documenti, organizzarsi e coordinarsi con il proprio gruppo di lavoro, come Slack e Yammer.
Infatti Facebook at Work offre diversi tool per collaborare alla creazione ed alla gestione dei documenti, inoltre è integrato all’interno degli altri software usati nella rete della propria azienda.

La nuova piattaforma funziona in modo molto simile al classico Facebook, infatti è presente la home con il flusso di notizie, la possibilità di chattare e cliccare “like”, le differenze saranno ovviamente che per entrarvi si dovrà inserire l’email di lavoro, e poi ci sarà la possibilità di avviare conversazioni e teleconferenze, creare, condividere e modificare documenti con il proprio team.

Cosa più importante è che gli “Amici”saranno rappresentati solamente dai colleghi.

Anche Facebook at Work sarà un servizio free, aperto a tutte le aziende, ma con alcuni strumenti, come l'analisi e l'assistenza clienti, a pagamento.

Non ci resta che scoprire questa nuova funzionalità e cominciare ad interagire con i nostri colleghi.

La cosa certa è che Zuckerberg ha messo ben in chiaro il concetto di volere diventare un leader a 360°. Grazie a Facebook at Work, il mondo diventerà ancora più social, ancora più connesso, e come dice Julien Codorniou, uno dei responsabili del progetto, “un posto di lavoro più connesso è un posto di lavoro più produttivo”.  

torna alla lista editoriali

ALTRI EDITORIALI